Benvenuto nel sito del giardino storico

Benvenuto nel sito del giardino storico

Benvenuto nel sito del giardino storico

Benvenuto nel sito del giardino storico

XXVIII Corso di Aggiornamento sul GIARDINOSTORICO

Aspetti letterari, storici, filosofici, architettonici, economici, botanici e ambientali

 

 

La parte del selvaggio. Miti e figure della natura senza l’uomo

 

Gilles Clément, L’île Dérborance, Parc Matisse, Lille (foto Wikimedia Commons)

Il Gruppo Giardino Storico-Università di Padova organizza il XXVIII Corso 2018, La parte del selvaggio. Miti e figure della natura senza l’uomo. Il Corso, coordinato da Antonella Pietrogrande, propone un’esplorazione intorno al tema del «selvaggio» che oggi, più che mai, affascina. Errante tra le rovine della sua modernità, minacciato dalla crisi ecologica globale, l’Uomo occidentale vive il paradosso di un’attrazione irresistibile per una natura che, ai suoi occhi, pare essersi liberata di lui, ritornando alle origini. Questa ricerca di natura «pura» si traduce, su scala planetaria, nell’evoluzione delle politiche di conservazione ambientale e nel trionfo della rinaturalizzazione, con il moltiplicarsi delle riserve naturali integrali. Si afferma la ricerca di una «piena natura» che coinvolge sempre più le pratiche turistiche e del tempo libero, contrassegnate dal desiderio di una immersione dei corpi in luoghi dove restaurare le energie perdute e fondersi con ciò che incarna l’assolutamente altro. In un mondo quasi del tutto umanizzato, si vuole quindi solo ridare al selvaggio la sua parte o si tratta invece di pensare a una natura “re-inselvaggita”, senza alcun tipo di mediazione della specie, della società e della cultura? Questo sogno ambiguo di “re-inselvaggimento” minaccerebbe però di far scomparire la natura come paesaggio, risultato delle millenarie trasformazioni da parte dell’uomo, una natura ribelle ma controllata, altra ma familiare, che si guarda con diletto.  Il paesaggio è oggi uno degli spazi culturali in cui questo sogno di “inselvaggimento” si esprime in modo privilegiato. Ciò accade, in particolare, nelle sistemazioni urbane che pongono le città di fronte al loro inverso selvaggio, finora sfuggito o rifiutato; lo stesso vale per i giardini che mettono in scena il ritorno a una naturalità perduta. Riflettere sull’interpretazione di questi fenomeni è il compito che si dà il XXVIII corso del Gruppo Giardino Storico dell’Università di Padova. Al di là di un inventario delle figure paesaggistiche e giardiniere del «re-inselvaggimento» contemporaneo del mondo, il corso, presentando come di consueto vari punti di vista, ricollocherà tali figure nella loro eredità storica, proponendo un’immersione nella storia dei miti e degli archetipi iconografici, giardinieri e paesaggistici, della natura selvaggia che, in quanto costruzione culturale, è presente in ogni epoca e per dispiegarsi ricorre a immagini, concetti e racconti in cui ogni volta s’incarna.

Gli appuntamenti – aperti con cadenza settimanale a insegnanti, studenti universitari, tecnici e appassionati del settore – avranno inizio il 18 gennaio e termineranno il 17 maggio 2018. Oltre alle lezioni teoriche, sono previsti: tavole rotonde, seminari, flash botanici e presentazioni di libri, visite a giardini e a paesaggi. Un viaggio di studio, dal 24 al 27 maggio, in Trentino Alto Adige, permetterà ai partecipanti di verificare dal vivo alcune delle problematiche proposte dal corso. 

 

18 GENNAIO, ore 16.00 aula A, piano terra del Fiore di Botta

La parte del selvaggio. Miti e figure della natura senza l’uomo. Introduzione

SERGE BRIFFAUD – École Nationale Supérieure d’Architecture et de Paysage de Bordeaux; ANTONELLA PIETROGRANDE – Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

25 GENNAIO, ore 16.00

Sull’invenzione della natura selvaggia

FRANCO BREVINI – Università di Bergamo

 

1 FEBBRAIO, ore 16.00

Il selvatico contemporaneo. Strategie per il progetto di paesaggio.

FRANCO PANZINI – Università IUAV di Venezia

 

15 FEBBRAIO, ore 16.00

La rinaturalizzazione. Le piante e l’idea del selvaggio

Tavola rotonda con: ERALDO ANTONINI – studio Genius Loci Modena; Fabrizio Fronza – agronomo, curatore parchi Levico e Roncegno; LUCIO SOTTOVIA – Direttore Ufficio Biodiversità e Rete Natura Provincia autonoma di Trento; coordina PATRIZIO GIULINI – Università di Padova, Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

22 FEBBRAIO, ore 16.00

Dal ‘selvatico’ alla ‘natura spontanea’ nella storia del giardino occidentale

Tavola rotonda con: ALBERTA CAMPITELLI – già dirigente Ville e Parchi Storici del Comune di Roma, vice-presidente Associazione Parchi e Giardini d’Italia; GIORGIO GALLETTI – già direttore del Giardino di Boboli, docente al Master di Paesaggistica Università di Firenze; TESSA MATTEINI – Università di Firenze Dipartimento di Architettura (DiDA); coordina ANTONELLA PIETROGRANDE – Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

1 MARZO, ore 16.00

Natura selvaggia come Altrove, tra modernità che esplora e aspirazioni avventurose del turismo postmoderno

FRANCESCO VALLERANI – Università di Venezia Dipartimento di Economia

 

8 MARZO, ore 16.00

“Il conforto del selvaggio”. Piaceri e pericoli della natura senza l’uomo

CARLO DONÀ – Università di Messina

 

15 MARZO, ore 16.00

Into the wild? Illusioni e rivincite della naturalità

TELMO PIEVANI – Università di Padova

                                                                                                          

22 MARZO, ore 16.00

Wilderness vs Civilization. Modi di rappresentazione del conflitto uomo/natura selvaggia nel cinema (americano e non)

ANTONIO COSTA – Università di Padova

 

5 APRILE, visita

L’Abbazia di Praglia e l’opera di dissodamento dei monaci

NORBERTO VILLA – abate abbazia di Praglia; introduce SILVIA DATEI – Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

12 APRILE, ore 16.00

Reinventare il selvaggio per riparare il paesaggio. Un esempio a Bordeaux

JEAN NOËL TOURNIER – Atelier de Paysage B. et JN. Tournier Bordeaux, dialoga con LUCIANO MORBIATO – Università di Padova

 

19 APRILE, ore 16.00

Il bosco in città e il suo valore ecologico, ambientale e sociale

Tavola rotonda con: ELENA ACCATI – Università di Torino; FILIPPO PIZZONI – aMAZING_sTUDIO Milano; PAOLO SEMENZATO – Dipartimento Territorio e Sistemi Agro-Forestali Università di Padova; coordina FRANCESCA DALLA VECCHIA – Università di Padova, Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

21 APRILE visita a Venezia

Verde a Venezia: broli, orti, giardini

VALERIA DE TOFFOL, MARGHERITA LEVORATO, LUIS ZENATTO – Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

4-5 MAGGIO, viaggio in Friuli

Ai confini del Friuli Venezia Giulia: borghi, ville e giardini

a cura di CRISTINA CREMONESE, con BERNARDETTA RICATTI – Gruppo Giardino Storico Università di Padova

 

10 MAGGIO, ore 16.00

Cosa rimane della natura selvaggia. La “caccia” alle aree vergini superstiti

MICHELE MENEGON – PAMS Foundation, Università di Manchester Metropolitan, Museo delle Scienze Muse, Trento

 

17 MAGGIO, ore 16.00

Le città e il loro inverso selvaggio. Come si mette oggi in scena il ritorno a una naturalità perduta

Tavola rotonda conclusiva con: CLAUDIO BERTORELLI – Asprostudio Vicenza; BIANCA MARIA RINALDI – Politecnico di Torino Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio; ANNACHIARA VENDRAMIN – studio Vendramin Padova; coordina ANNA LAMBERTINI – Università di Firenze Dipartimento di Architettura (DiDA)

 

24-27 MAGGIO, viaggio di studio

Giardini e paesaggi in Trentino

con FABRIZIO FRONZA, agronomo, curatore parchi Levico e Roncegno; MARGHERITA LEVORATO – Gruppo Giardino Storico Università di Padova; CESARE MICHELETTI, LOREDANA PONTICELLI – A²studio projects for and researches into the Alpine space Trento; ALESSANDRO PASETTI MEDIN – Soprintendenza per i Beni Culturali Trento

 

Programma Corso GGS 2018

                                 

Coordinatore responsabile del corso: Antonella Pietrogrande

Direttori del corso: Francesca Chiesura Lorenzoni, Francesca Dalla Vecchia

Fondatore: Patrizio Giulini

Segreteria: Cristina Cremonese, Silvia Datei