Benvenuto nel sito del giardino storico

Benvenuto nel sito del giardino storico

Benvenuto nel sito del giardino storico

Benvenuto nel sito del giardino storico

XXIX CORSO DI AGGIORNAMENTO SUL GIARDINO STORICO E SUL PAESAGGIO CONTEMPORANEO
GIULIANA BALDAN ZENONI POLITEO 2019
Aspetti letterari, storici, filosofici, architettonici, economici, botanici e ambientali
 
 
Dire la storia, comporre col cambiamento. Il paesaggio e il giardino come racconto
dedicato a Emanuela Briani Cagnin, artista di giardini e labirinti
 
 
giovedì, 17 GENNAIO 2019, ore 16, Complesso Didattico di Biologia e Biomedicina Fiore di Botta,
aula A, primo piano, via del Pescarotto 8, Padova
 
 
Storia del paesaggio e storia del giardino: metodi a confronto
CARLO TOSCO - Politecnico di Torino, DIST - Dipartimento Interateneo di Scienze, Progetto e Politiche del Territorio
 
Central Park nel paesaggio urbano di New-York (foto di Emma Datei, agosto 2018)
 
"... in termini molto generali, possiamo considerare il GIARDINO come un luogo separato dal territorio circostante, allestito dall'uomo per garantire un ambiente idoneo al godimento della natura, secondo le forme e i modelli di una specifica cultura.... luogo di ricreazione e di rigenerazione, di ozio, di gioco, di piacere estetico, e ancora regno degli dei,... microcosmo simbolico,... scenografia del potere,... teatro,... attrazione turistica,... sede d'installazioni idrauliche, di sperimentazioni botaniche,... di attività didattiche e sportive.
... Il PAESAGGIO non è un giardino, sebbene si presti a facili metafore poetiche, ma un mosaico ambientale di azioni ben più complesse, che coinvolgono una molteplicità di attori, strutture territoriali, , equilibri ecologici, sistemi economico-sociali.
... il PAESAGGIO, al di là di bucoliche visioni, è spesso uno spazio di conflitti, mentre il GIARDINO è uno spazio di armonie.
Naturalmente GIARDINO e PAESAGGIO restano fenomeni connessi... uno dei compiti della ricerca storica è proprio quello di studiare le relazioni tra questi ambiti della CULTURA, che si rapportano ai caratteri ecologici e alle forme dell'AMBIENTE...". Dall'Introduzione di Storia dei giardini. Dalla Bibbia al giardino all'italiana, Il Mulino, 2018, pp. 9-12
CARLO TOSCO, presentandoci il suo nuovissimo libro, ci spiegherà perchè il GIARDINO e il PAESAGGIO sono parte integrante della STORIA delle civiltà: temi di ricerca multidisciplinare, fonti di conoscenza e di riflessione per progettare e attivare un GOVERNO ECOLOGICO dei luoghi in cui viviamo.
 
CARLO TOSCO, architetto, è professore ordinario di Storia dell'Architettura al Politecnico di Torino e direttore della Scuola di specializzazione in "Beni Architettonici e del Paesaggio" e coordina il corso di laurea interateneo in "Progettazione delle aree verdi e del paesaggio".
Specializzato all'Università della Sorbona di Parigi, è stato direttore scientifico del Progetto Europeo Culture 2000 The Holy Sepulchre Rotundas-European Itinerary, consulente storico per la candidatura UNESCO dei “Paesaggi vitivinicoli delle Langhe, Roero e Monferrato” e coordinatore delle indagini storiche per il progetto Europeo ALCOTRA Alpi Marittime-Mercantour.
Ha pubblicato volumi e saggi sull'architettura del medioevo e sulla storia del paesaggio. Tra i suoi lavori più recenti: Il castello, la casa, la chiesa. Architettura e società nel medioevo (Einaudi, 2003); Il paesaggio come storia (Il Mulino, 2006); Il paesaggio storico. Fonti e metodi di ricerca (Laterza, 2009); Petrarca: città, paesaggi, architetture (Quodlibet, 2011); I beni culturali. Storia, tutela e valorizzazione (Il Mulino, 2014); L'architettura medievale in Italia (Il Mulino, 2016); Le abbazie cistercensi (Il Mulino, 2017); Storia dei giardini: dalla Bibbia al giardino all'italiana (Il Mulino, 2018).