Fronza Fabrizio

FABRIZIO FRONZA
 
Agronomo specializzato in giardino, ambiente e paesaggio, FABRIZIO FRONZA si è formato, approfondendo argomenti tecnici specifici del verde urbano e storico, governo del paesaggio, giardino e beni culturali. Dal 2013 è tecnico abilitato arboricoltore ETT (European Tree Technician).
Lavora come tecnico, progettista e direttore lavori, curatore parchi storici per la Provincia Autonoma di Trento. È stato docente a contratto in sette edizioni del master in Curatore parchi, giardini e Orti Botanici dell'Università della Tuscia, Viterbo. Dal 2014 docente nel master Paesaggio Giardino dell'Università IUAV, collabora con Osservatorio del Paesaggio Trentino, con STEP - Scuola Territorio e Paesaggio di Trento e con il Gruppo Giardino Storico dell'Università di Padova. È inoltre docente del master Giardino della Nuova Accademia del Design, Verona. Nel 2017 ha collaborato con il Master Domus Academy di Milano. Ha inoltre scritto articoli per riviste di paesaggio, risorse naturali e giardinaggio, Natura. Tra le pubblicazioni, Nei parchi del Trentino. Guida naturalistica escursionistica alle aree protette, con M. Tamanini, prima ed. 1997; la partecipazione all'Atlante del Giardino Italiano 1750-1940. Dizionario biografico del giardino italiano, con la cura di una parte delle schede relative al Trentino Alto Adige; a Monumenti, conoscenza, restauro, valorizzazione, 2012, a Parchi e giardini storici in Trentino: tra arte, natura e memoria, 2016. Con la Fondazione Benetton Studi Ricerche ha scritto un saggio sulla coltivazione del melo in Trentino, in Le foreste dei meli selvatici del Tien Shan per il Premio internazionale Carlo Scarpa per il Giardino, Treviso, 2016.
 
Intervento, 28 febbraio 2019, tavola rotonda Il giardino storico tra conservazione e innovazione, nell'ambito del corso 2019 Dire la storia, comporre col cambiamento. Il paesaggio e il giardino come racconto
 
Viaggio finale, 24-27 maggio 2018, Giardini e paesaggi in Trentinonell'ambito del corso 2018 La parte del selvaggio. Miti e figure della natura senza l'uomo
 
Intervento, 15 febbraio 2018, tavola rotonda La rinaturalizzazione. Le piante e l'idea del selvaggio, nell'ambito del corso 2018 La parte del selvaggio. Miti e figure della natura senza l'uomo
 
Intervento, 6 aprile 2017, tavola rotonda La botanica e il gioco, nell'ambito del corso 2017 Il giardino come gioco: percorsi ludici nel tempo e nello spazio
 
Intervento, 4 febbraio 2016, tavola rotonda Gli endemismi delle isole: dai cacciatori di piante agli studi scientifici e al collezionismo, nell'ambito del corso 2016 Paesaggi insulari: dai luoghi ai processi culturali
 
Intervento, 19 marzo 2015, tavola rotonda Il ruolo della vegetazione nella rigenerazione dei paesaggi urbani, nell'ambito del corso 2015 Paesaggi in abbandono, paesaggi ricomposti: il giardino e la trasformazione degli spazi marginali
 
Intervento, 20 febbraio 2014, tavola rotonda La natura in città: la riconquista delle rive dei fiumi, nell'ambito del corso 2014 L'acqua nel giardino e nel paesaggio: dalla creazione della bellezza alla necessità del governo
 
Le piante. Idee e progetti fra arte dei giardini, ecologia e ingegneria naturalistica, 31 gennaio 2013, nell'ambito del corso 2013 Inventare la natura di domani. Il paesaggio fra preoccupazione ecologica e ricerca di senso
 
Intervento, 28 maggio 2010, tavola rotonda Giardini e paesaggi: nuovi obiettivi e prospettive future, nell'ambito del corso 2010 Giardini e paesaggi vent'anni dopo
 
Intervento, 2 aprile 2009, tavola rotonda La vegetazione intorno a noi. Dagli ambienti 'naturali' alle aree marginali, nell'ambito del corso 2009 Paesaggi quotidiani, paesaggi degli abitanti
 
Intervento, 29 marzo 2007, tavola rotonda Il patrimonio vegetale: dalle piante coltivate dei giardini alle 'erbacce' dei terreni abbandonati, nell'ambito del corso 2007 Paesaggi e patrimonio: natura, arte e società
 
Intervento, 26 maggio 2005, tavola rotonda La montagna rivelata. Pensieri e progetti per l'arte del paesaggio, nell'ambito del corso 2004 L'ossatura e le vene della Terra. Montagna e acque nel paesaggio e nel giardino